Che cos’è un ecosistema

0
1258

Da un punto di vista funzionale, l’ambiente che ci circonda è formato da strutture complesse chiamate ecosistemi. Una definizione attendibile di ecosistema la riportiamo dallo studioso americano P.E. Odum, ecologo :ogni area in cui sono presenti organismi che interagiscono con un ambiente abiotico producendo uno scambio di materiale fra la parte vivente e quella non vivente.

Che cosa significa tutto questo? Noi possiamo applicare questo concetto ad uno stagno oppure ad una foresta tropicale, ad un deserto o alle profondità oceaniche. L’ambiente circostante è costituito da una porzione biologica (dunque tutti gli organismi viventi) e una porzione non vivente. La prima viene chiamata biocenòsi, la seconda biotòpo. Gli studiosi stabiliscono che un ecosistema è un sistema termo dinamicamente aperto, cioè in grado di scambiare di continuo energia e materia con l’esterno. E avviene proprio così. Infatti c’è movimento di energia e materia (acqua, sostanze chimiche e minerale, inquinanti) che entrano ed escono.

Ogni organismo non vive in completo isolamento ma è in relazione con l’ambiente fisico-chimico e con gli altri organismi circostanti. La porzione vivente è caratterizzata dalle comunità vegetale , animale e microbica. La parte non vivente è costituita dall’atmosfera, dal suolo e substrato geologico. Gli ecosistemi sono in grado di autogestirsi attraverso flussi di comunicazione di tipo fisico, chimico e biologico. Gli oceani aperti, le foreste, i laghi, le praterie , i deserti, sono alcuni esempi di ecosistemi.

Articolo successivoEcosistema marino
Salve a tutti! Mi chiamo Alessandro. La decisione di creare questo blog è nata da un'idea di mio cognato: mettere in rete i miei appunti universitari sulle tematiche ambientali e non, sotto forma di sito web personale. Con la passione per la divulgazione scientifica, ho deciso di scendere in campo affrontando questo percorso per un'informazione scientifica quanto più attendibile, lontano da quelle "verità assolute" che spesso vengono prese come baluardo inoppugnabile della Scienza. Gli argomenti sono a disposizione di tutti, soprattutto per un pubblico profano, che ha poca dimestichezza con temi di carattere scientifico, ma anche, (perché no), per chi è esperto e vuole leggere con piacere ciò che già sa. Il compito precipuo è la correttezza dell'informazione, primo perché è fondamentale per comprendere un argomento, secondo perché sto assistendo alla nascita di "ceppi virulenti" contro la Scienza che altro non fanno che creare confusione al vasto pubblico. Sperando che gli argomenti siano di vostro gradimento, auguro a voi tutte/i, buona lettura.